top of page

MONTE BERICO

 

 

La Beata Vergine apparve a Monte Berico, ad un'anziana di 70 anni, Vincenza Pasini, moglie di Giovanni da Montemezzo, mentre portava il pranzo al marito che lavorava nei campi. Disse: "Vi chiedo di costruire una chiesa qui in mio onore. Se lo fanno, la peste cesserà, altrimenti continuerà con più violenza. "Ma né il vescovo né i sacerdoti le hanno creduto e la peste è continuata ... È apparsa a lei ancora altre volte, insistendo nel ripetere le stesse parole, fino al 25 agosto 1428, e poi tutta la popolazione credette, guidata dal vescovo, che salì sul monte Berico per iniziare la costruzione della Chiesa. Trovato una sorgente e in quel luogo avvennero molti miracoli e guarigioni. La peste cessò e il Vescovo riconobbe autentiche le apparizioni. Dopo un secolo la sorgente era esaurita, ma nel 1955, durante gli scavi per il nuovo convento, trovò la sorgente d'acqua.

La Vergine apparve di nuovo a Vincenza Parisi, il 1° agosto 1428. La città era in gravi difficoltà, e la Vergine ripeté la sua richiesta e le sue promesse alla vecchia. Vicenza tornò in città e questa volta le si credette: i funzionari comunali, il Consiglio dei Cento e il Consiglio dei Cinquecento si riunirono nell'Aula Magna della Ragione, e decisero di edificare la chiesa sul Monte Berico in breve tempo più tempo possibile. Così le persone hanno iniziato a costruire ventiquattro giorni dopo. La Vergine aveva raccontato a Vincenza di una sorgente d'acqua che sgorgava da una roccia nel luogo dove sarebbe sorto il santuario, ed è proprio quello che accadde. Durante i lavori di costruzione "è sgorgata una meravigliosa e incredibile sorgente d'acqua... al punto da inondare la zona come un fiume abbondante che scende rumorosamente dal monte".

Inoltre, in riferimento alla seconda promessa della Vergine, furono ricevute grandi quantità di denaro. "La costruzione fu iniziata il 25 agosto, la grande peste in parte scomparve e la chiesa fu completata in tre mesi. Dopo di che, la regione fu completamente liberata da questa grande calamità, tanto che da quel giorno, per la protezione di Dio, non ha mai più sofferto di quella malattia".

L'affollato santuario di Nostra Signora di Berico è ormai diventato uno dei più grandi santuari dedicati a Maria in Europa. "La prima domenica del mese abbiamo una media di ventiduemila confessioni. A volte rimaniamo fino alle dieci di sera nel confessionale", ha affermato un membro dei Servi di Maria, la congregazione che ha vegliato su questo bellissimo sito e il suo magnifico panorama dal 1435.

bottom of page